Era un pomeriggio d’inverno,  faceva freddo e fuori pioveva a dirotto. Era l’occasione ideale per intrufolarsi in una vecchia grande casa diroccata. Fuori il rumore costante della pioggia, dentro quello regolare di goccioline che ticchettavano, battevano, cantando ognuna la sua canzone.

40243254_1947898925233194_4887346910794350592_o
Di luce ce n’era poca, ma quella poca luce che entrava dal tetto, dalla finestra e dalla porta a vetri è riuscita a creare un’atmosfera particolare nel vano scale. Giocando con il bianco e l’azzurro delle pareti, sottolineando i riccioli della ringhiera, ha creato quel piccolo incanto che, chissà perché, su quelle scale mi ha fatto immaginare una sposa, o il fantasma di una sposa.
Di questo posto e della sua storia non è stato possibile conoscere nulla, ma a volte va bene anche così.

Altre foto le trovate a su QUESTO ALBUM

40078448_1947900755233011_5744725552485367808_n

 

Annunci